il buco dell'ozono
l'unica soluzione al problema del buco dell'ozono: tapparlo

l'idea
il problema è noto a tutti: lo strato di ozono, a livello della stratosfera, assorbe i raggi ultravioletti (uv, nocivi per la salute), che altrimenti raggiungerebbero la crosta terrestre. L'assottigliamento di questo strato, dovuto alle emissioni di sostanze derivanti dall'attività umana, si sta pericolosamente verificando a livello dei due poli.
ecco una possibile soluzione al problema, che ho intuito ed ottimizzato insieme a degli amici: innalzare un grande telo, sorretto da quattro piloni, al di sopra dei poli, che rifletta i raggi uv.
la realizzazione
occorre innanzitutto erigere quattro piloni, ad ogni polo, di cemento armato dell'altezza di 50 Km circa l'uno, e di diametro almeno un decimo dell'altezza, quindi all'incirca 5 Km. questi piloni sorreggeranno il telo riflettente. ci sono due soluzioni per la costruzione dei piloni; mediante dei piccoli cilindri che verranno poi sovrapposti, ma diventerebbe difficile posizionare gli ultimi, a 50mila metri di altezza. oppure costruendo direttamente i piloni e innalzandoli poi con dei tiranti continentali, che potrebbero essere lasciati per stabilizzare meglio l'opera.

i costi
tralasciando il costo economico, ecco i problemi che potrebbero sorgere:
1. deturpazione totale del paesaggio polare
2. effetto ombra del telo su tutto il polo, con alterazioni profonde negli ecosistemi e nella percezione del giorno e della notte alle alte latitudini
3. possibile effetto vela da parte della struttura, che porterebbe la terra fuori dall'attuale orbita solare, verso altri mondi e altre galassie.

comunque questa rimane la sola soluzione per risolvere il problema del buco dell'ozono. se ne conosci di più efficaci, spediscile via mail o con un messaggio, e saranno pubblicate. e poi, dopotutto, ti sembra più stupida questa proposta, o uno che gioca con sei palline attaccate al suo mouse?

"non sò più el ghepardo de una volta."
"sarà 'sto buco dell'azoto..."

minlab