running [through]
42195 metri di passione

dal sito di wikipedia, l'enciclopedia libera.

"...anche se con il termine
maratona si indica talvolta un qualsiasi evento atletico che richieda grande resistenza, il termine fa riferimento preciso a una gara di corsa dell'atletica leggera che si disputa sulla distanza di 42,195 km..."

"...i corridori possono immagazzinare circa 2.000 kcal di glicogeno nei loro corpi, sufficienti per circa 32 km di corsa. molti corridori indicano che la corsa diventa notevolmente più difficoltosa a questo punto. quando le scorte di glicogeno si assottigliano, il corpo deve bruciare i grassi immagazzinati per ottenere energia, ma questi non bruciano in maniera così efficente. quando questo accade, il corridore sperimenta una
terribile fatica. questo fenomeno viene detto bonking o sbattere contro il muro..."

"...dei gel a base di carboidrati sono anch'essi un buon sistema per ottenere più energia, ma questi devono essere diluiti con acqua, altrimenti possono causare nausea e vomito..."

"...è normale provare dolori muscolari dopo la maratona. la maggior parte dei corridori impiega una settimana per riprendersi dagli sforzi della gara..."

io e il socio abbiamo sbattuto completamente contro il suddetto muro, ma ce l'abbiamo fatta. 42195 metri di passione. e a volte la disperazione può giocare a proprio favore.
minlab